UMBRIA NASCOSTA: cinque borghi da visitare nei dintorni di Foligno.

L’Umbria è ricca di borghi medievali, molti di questi sono molto famosi e visitati, altri invece sono meno conosciuti e in questo articolo parleremo appunto di cinque borghi da visitare nei dintorni di Foligno.

Prima però bisogna fare dei complimenti!

I primi giorni di Febbraio 2019 il FAI ha pubblicato la classifica de “I Luoghi del cuore”, Rasiglia il piccolo borgo folignate si è classificata quinta, un’importantissima posizione per il piccolo gioiello umbro tra i 6412 siti coinvolti.

All’interno del circuito “I Borghi più belli d’Italia” ci sono ben 28 località umbre, perlopiù comuni scelti tramite dei criteri precisi, ed è la regione più rappresentata.

Queste due circostanze fanno riflettere appunto sull’importanza dei borghi in Umbria e perché vadano tutelati e visitati.

Nei dintorni della nostra Foligno, oltre alla splendida Rasiglia, ci sono diversi borghi medievali lontano dai classici circuiti turistici che, come detto in precedenza, meritano di essere visitati!

Una bell’idea per una scampagnata, per respirare l’aria di un tempo, per evadere dalla modernità e scoprire luoghi nascosti del cuore verde d’Italia.

Qui di seguito troverete cinque borghi umbri nascosti da visitare almeno una volta:

  • COLLEPINO: situato a 600 m s.l.m. al centro del parco regionale del monte Subasio, arroccato sul versante spellano del monte risale a poco prima del XIII secolo, nacque come insediamento di boscaioli e pastori per poi diventare fortezza contro i saccheggiatori. Dal borgo si può ammirare dall’alto la valle Umbra da un lato e il restante versante meridionale del Subasio. Dista 30 minuti da Foligno.
  • PISSIGNANO: frazione del comune di Campello sul Clitunno, distante circa 15 minuti da Foligno, Pissignano è nota oltre che per le Fonti del Clitunno e il Tempietto (patrimonio UNESCO) anche per il castello risalente al XII secolo.
  • PORETA: borgo del comune di Spoleto, a circa 20 minuti da Foligno, Poreta è avvolta dalla fascia olivata che va da Assisi fino a Spoleto. In principio fu edificata come villa, poi verso la fine del 1200 divenne una fortezza. Da non perdere è il castello e la sue cinta muraria.
  • SCHEGGINO: situato a circa mezz’ora da Foligno, Scheggino è collocata in prossimità del fiume Nera. L’impatto visivo è qualcosa di celestiale, dalla piazza lungo la strada si prende un ponte che porta direttamente dentro il borgo con i suoi incantevoli vicoli, i resti della cinta muraria medievale e del torrione. Poco più in alto invece si trova il castello di Scheggino risalente al XIII secolo.
  • PIAGGIA: borgo della Valnerina è situato a 837 m. s.l.m., a Piaggia si respira un’aria ineguagliabile grazie alla sua altitudine, il silenzio fa da padrone e sembra di fare un salto indietro nel tempo appena si arriva. Piaggia inoltre è stata inserita nella classifica del FAI de “I luoghi del cuore” ed ha avuto molti secoli fa un ospite speciale, Dante Alighieri insomma un borgo tutto da scoprire immerso nella magia dei monti Sibillini.

Ovviamente non sono solo cinque, prossimamente parleremo di altri borghi da esplorare invitando voi che leggete questo articolo a indicarci i borghi umbri che secondo voi devono essere rivalutati e conosciuti!

Scritto da Alex Casciarri

Scheggino – laquartadischeggino.it

 

Pissignano – Lafrancescana.it

 

Piaggia di Sellano

 

castello di Poreta – I luoghi del silenzio

 

Collepino – MyUmbria.it

Francesco

Leave a comment